Cucina toscana

Ricette della Cucina toscana


Geografia

La cucina toscana nasce da sapori semplici, ingredienti genuini e mani esperte: la tradizione povera della regione, ha fatto sì che alcuni prodotti prevalessero sull’uso di altri, a seconda del prezzo e della disponibilità, come accade allo strutto rispetto all’olio e la pasta in brodo rispetto alla pasta condita. Lo scarso utilizzo del sale, per i medesimi motivi legati alla situazione economica, non ha però inciso sul gusto della gastronomia locale, che ha imparato a condire e lavorare il pane come bruschetta, e a preparare ricche zuppe utilizzando gli avanzi, senza spreco di cibo e prodotti.

Firenze è la patria della bistecca, della trippa e della ribollita: ottimi i suoi bomboloni, la focaccia con l’uva e i cenci fritti di Carnevale. A Lucca è ben noto il buccellato, un dolce a base di farina, zucchero, uvette e aromatizzato all’anice, mentre a Pisa si gustano raffinati piatti arricchiti dal tartufo e piatti a base di pesce. Prato si fa ricordare per i buoni cantucci imbevuti nel vin santo, mentre Pistoia per le sue semplici ricette, come la minestra di rigaglie e gli spicchi di mela lasciati seccare al sole.

La pianura della Maremma si caratterizza per la celebre acquacotta, un piatto completo preparato con acqua, sale, pane, olio, uova o funghi e insaporito da pecorino grattuggiato. Tra i dolci si citano i sospiri all’uovo e zucchero, le ciambelle al miele e la sostanziosa confettura zuccata. Dalle montagne provengono invece le pietanze a base di castagne, tra cui i necci, una sorta di schiacciatina servita con formaggi e diversi dolci di sfoglia all’anice.


Ricerca per ingredienti: acciuga acciughe aceto acqua aglio basilico brodo buristo burro capperi carota cetriolini cicoria cipolla cipolle cozze fagioli farfalle farina farro fegatini fiori di zucca gallinella girello lampredotto latte lievito limone mozzarella olio pane pane toscano parmigiano pecorino pepe peperoncino pomodori prezzemolo sale scamorza sedano speck uova vino bianco zucchero